Molte aziende si trovano ad affrontare il problema del poco spazio in magazzino e questo dipende non sempre solo da una mancanza di metri quadri, ma anche dalla cattiva organizzazione dello stoccaggio. Vediamo in questo post come recuperare spazio anche nel magazzino più piccolo e sfruttarlo al meglio.

Gli elementi che indicano che in magazzino c’è poco spazio

Diversi sono gli elementi che indicano che nel magazzino c’è poco spazio e tra questi ci sono:

  • Spazio occupato continuativamente per l’85-90%: il consiglio è di sfruttare al massimo lo spazio, senza tuttavia limitare la flessibilità operativa dato che un magazzino troppo pieno non permette di far fronte all’aumento delle scorte;
  • Errori nella gestione e nella tipologia delle scaffalature e conseguente disordine;
  • Aumento del numero di ordini in sospeso, fattore che influisce sul lead time di spedizione e allunga i tempi del ciclo.

Gli elementi che riducono lo spazio in magazzino

Tanti e diversi sono gli elementi che tolgono spazio al magazzino, il più frequente del quale è un picco improvviso delle vendite. Non mancano l’espansione dell’azienda e l’acquisto di più merci per motivi commerciali. La mancanza di spazio in magazzino deriva anche dal veloce passaggio al commercio elettronico e al sistema di gestione dei resi, anche se il più delle volte non è solo un problema di metri quadri.

Una gestione inefficiente del magazzino riduce lo spazio di stoccaggio disponibile e gli errori più frequenti riscontrati da Shop Metal Shelves sono due:

  • Layout del magazzino obsoleto o spazio mal distribuito: ogni magazzino è progettato per flussi di merce e referenze specifiche, ma la supply chain in veloce cambiamento richiede reazioni immediate. Il mercato avanza in modo rapido e la distribuzione dello spazio nel magazzino è immediatamente obsoleta;
  • Eccesso di scorte: le aziende a volte a causa delle scorte di sicurezza sovradimensionate riempiono il magazzino o lo fanno per rispondere a nuove esigenze di vendita.

Come organizzare lo stoccaggio nel magazzino

La crescente esigenza di stoccare merci e prodotti ha fatto lievitare i prezzi dei terreni e la disponibilità di magazzini è diventata minima. Per questo ampliare il magazzino o trovarne uno nuovo è diventato complicato ed è necessario organizzare al meglio lo stoccaggio nel magazzino esistente. Ecco alcuni consigli utili.

1. Ridisegnare gli spazi e valutare l’automazione

L’organizzazione del magazzino è un lavoro di precisione e per progettarne il layout è importante calcolare esattamente lo spazio a disposizione per poi passare all’analisi dell’inventario. Uno stoccaggio organizzato richiede la conoscenza dei prodotti da gestire e della loro movimentazione e frequenza di approvvigionamento. In questo modo è possibile organizzare al meglio anche lo spazio del piccolo magazzino, aiutandosi anche con l’automazione delle operazioni costanti e ripetitive.

2. Considerare sistemi di stoccaggio alternativi: per aumentare lo spazio si può scegliere il magazzino a gravità, che rispetto alla scaffalatura per pallet convenzionale offre densità di stoccaggio superiori. Anche da Shop Metal Shelves puoi trovare una grande varietà di scaffalature compattabili e sistemi dinamici per aumentare la produttività del tuo magazzino.

3. Migliorare la gestione delle scorte con un WMS: il magazzino di piccole dimensioni deve prevedere una buona gestione delle scorte e per questo ci si può aiutare con un gestionale che permetta di sfruttare al massimo le capacità di stoccaggio.

In conclusione, con le giuste tecniche per organizzare lo stoccaggio anche il magazzino più piccolo può aumentare efficienza e produttività e Shop Metal Shelves vi aiuta in questo compito proponendovi le migliori scaffalature metalliche.

Menu